cloudflare

Bug su Cloudflare, milioni di password sono a rischio cracker

E’ un bug clamoroso quello scoperto da un analista di Google, Tavis Ormandy, e che riguarda uno dei più importanti servizi a disposizione dei siti web per ottimizzare prestazioni e sicurezza. Parliamo di Cloudflare che, dal 18 febbraio scorso, si ritrova nel lungo elenco di applicazioni o software con bug così importanti da mettere a repentaglio i dati personali di milioni di persone.

Sì, perché ci sono clienti prestigiosissimi che, potenzialmente, avrebbero potuto ricevere un attacco hacker in questi mesi: Uber, FitBit, OKCupid e 1Password i più famosi, ma ci sono anche app di dating, prenotazioni e tanto altro che mettono alla mercé dei malintenzionati dati sensibili. La falla è rimasta attiva per cinque mesi ed è per questo che su Google e gli altri motori di ricerca la si potrebbe ancora sfruttare per scopi poco nobili. Cloudflare ha già provveduto a rimuoverla e si è affrettata a dichiarare che ad oggi non c’è alcuna evidenza di furto di dati. Vedremo se finirà proprio così.